Argomenti trattati
Gli URI
Scritto il 15/07/2002
Gli URI(Universal Resource Identifier) rappresentano la sintassi utilizzata nel WWW per definire i nomi e gli indirizzi di risorse su internet, fornendo un meccanismo di accesso unificato. Sono da considerare uno dei fattori determinanti per il successo del WWW, poichè la sintassi per gli URI è indipendente dal protocollo utilizzato.
La sintassi degli URI è stata progettata per essere estensibile(nel caso vengano creati nuovi protocolli), completa(tutte le risorse sono codificabili) e stampabile(con caratteri ASCII a 7-bit e quindi facilmente trascrivibile). Lo standard URI definisce anche schemi di naming per la definizione dei caratteri accettabili e di quelli di escape(caratteri speciali che identificano particolari comportamenti).
Vediamo ora la composizione di un URI:
  • URN(Universal Resource Name): identificano un nome stabile e definitivo per una risorsa, e forniscono informazioni sull'esistenza e accessibilità della risorsa. Per poter essere utilizzati devono essere trasformati da un apposito servizio negli URL.
  • URL(Universal Resource Locator):rappresentano l'indirizzo della risorsa utilizzabile direttamente dalle applicazioni, ma sono fragili a modifiche non sostanziali del meccanismo di accesso(tipo il cambiamento del nome di una directory).
La sintassi di un URI si divide in due parti:
schema di naming":"parte-specifica
Lo schema di naming, che in pratica è il protocollo, è identificato da una stringa arbitraria ma registrata che determina poi le regole di sintassi per definire la "parte-specifica".
Il più utilizzato fra URL e URN è attualmente l'URL perchè non esistono ancora meccanismi di URN sufficientemente affermati.
Cerca nella sezione
Login utente